Noi

La giornata è stata pesante, per entrambi. Dieci ore e più a barcamenarsi fra lavoro, commissioni, impegni vari. Si arriva a casa stanchi e con la testa carica di pensieri negativi.
Si cena con calma, fianco a fianco, si guarda un po’ di tv insieme, si ride e si ripercorre la giornata appena trascorsa. La tensione inizia a calare, basta essere vicini perchè tutto sembri molto più semplice.

Ma quando si spegne la luce in camera da letto il mondo rimane fuori dalle coperte.
Lei è stata ubbidiente, si è preparata per questo momento con dedizione e disciplina: il plug è dove deve essere, è là da qualche ora ormai. Il suo Dom le aveva chiesto di metterlo appena arrivata a casa, ma lei come al solito voleva eccellere e ha deciso di metterlo poco prima di uscire da lavoro. Non è stato facile guidare e fare la spesa con il plug dentro, in certi momenti il disagio è stato tanto ma l’idea di compiacere e soprendere il suo dom era più forte di qualunque fastidio.

I vestiti volano via in un attimo, ci si scalda in fretta quando i corpi nudi si toccano. Lui cerca la sua bocca e poi scende a stuzzicarle le altre labbra e tutto il tesoro che racchiudono. Lei si agita, si inarca, troppo forte è il piacere. Lui emerge dagli abissi e le avvicina il cazzo alla bocca. Lei sa cosa deve fare. Deve solo stare ferma e lasciare che lui gli entri dentro, più in fondo possibile e che lo lasci muovere dentro e fuori a suo piacimento. Il ritmo aumenta, il fiato viene meno, i conati, la saliva e poi il suo orgasmo monta, la stravolge.

“Adesso puoi toglierlo, siamo pronti” le ordina lui mentre la sistema a bocconi sul materasso, lei obbedisce docile.
Le braccia tirate indietro, i polsi stretti dietro la schiena con la prima sciarpa che lui riesce ad afferrare e poi con delicatezza comincia a entrarle dentro. Lei sa che il dolore è solo un attimo, deve solo resistere il tempo di qualche spinta e poi sarà impossibile trattenere il piacere. Lo sente spingere sempre più forte e a fondo, non può opporre nessuna resistenza, il suo controllo è totale e assoluto. Sente quel corpo forte su di lei, il suo cazzo che continua a affondarle dentro, lui le morde una spalla con decisione e lei non riesce più a contenere il piacere, prova ad urlare ma lui le chiude la bocca con una mano. Ancora pochi colpi e anche lui riesce a venirle dentro abbandonandosi su di lei con tutto il suo corpo, esausto, caldo e sudato.

“Sei stata fantastica” le dice mentre la abbraccia. Lei sorride e pensa – Lo so! –

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...